Alberto Gianquinto


IMG-20240711-WA0009

Bagnanti

olio su tela
265 x 140 cm
1980

Alberto Gianquinto nasce a Venezia il 29 marzo 1929. Si laurea in Economia e Commercio presso l'Università Ca' Foscari, ma ben presto mostra la sua predilezione verso la pittura seguendo gli insegnamenti di Luigi Cobianco.

Nel 1954 espone alla Fondazione Bevilacqua la Masa vincendo il primo premio. La sua prima personale risale al 1957 presso la Galleria del Cavallino.

Partecipa a diverse Biennali veneziane: nel 1956, nel 1962 e nel 1978 con una sala personale. Agli inizi degli anni Sessanta prende parte al gruppo "Il Pro e il Contro" con altri artisti tra i quali Attardi, Guerreschi e Farulli. In questo periodo coniuga arte e impegno nel Partito Comunista, mostrando nelle sue opere avvenimenti sociali e politici.

A partire dal 1959 partecipa anche alle diverse Quadriennali romane. Degli anni Settanta sono le sue opere più celebri come A Guevara, Ottobre, No alla repressione, La marcia, Il drappo rosso.

Nel 1983 si trasferisce in campagna a Jesolo cominciando così a dipingere grandi paesaggi, ma anche opere come Bagnanti, Nude e diverse nature morte.

Nuovamente negli anni Novanta ritorna ad un'arte impegnata politicamente con i dipinti sulla Guerra del Golfo.

Muore a Jesolo il 17 maggio del 2003.

Nel 2005 viene ricordato con una retrospettiva presso il Museo Correr e nel 2012 è pubblicato il suo primo catalogo generale.

Faraci Arte

P IVA 04398980237
C Dest - Usal8pv

Tel. +39 347 129 8287

Via Garibaldi, 6 cap. 37121 Verona.

Legalmail - faraci.cateno@legalmail.it

© 2020, Faraci Arte